CARICAMENTO

Digita per cercare

Notizie

Biotestamento

Condividi

Risultati immagini per immagini gratis biotestamentoArriva in aula oggi la proposta di legge sul testamento biologico che riguarda il consenso informato e le dichiarazioni di volontà anticipate nei trattamenti sanitari. Il testo prevede la possibilità per un individuo maggiorenne, in previsione di una futura malattia che lo renda incapace di autodeterminarsi di esprimere le proprie preferenze sui trattamenti sanitari, accettare o rifiutare terapie e trattamenti, comprese le pratiche di nutrizione e idratazione. Questo tramite le Dat, ovvero le disposizioni anticipate di trattamento. Nello specifico le disposizioni possono essere espresse sia in forma scritta ma anche tramite audio, registrazione, e qualunque altro mezzo sia utilizzabile dal malato per comunicare. Le Dat prevedono anche la nomina di una persona di fiducia del malato che ne faccia le veci e lo rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. Questa legge non riguarda però tema del suicidio assistito o l’eutanasia, presenti invece in altri stati europei ma mai considerati dal nostro governo. Nel dettaglio il suicidio assistito (sistema utilizzato da DjFabo, in una clinica in Svizzera, per porre fine alla propria esistenza) prevede la possibilità da parte del malato di essere messo nella condizione di poter porre fine alla propria vita, tramite auto somministrazione di un cocktail letale di farmaci. L’eutanasia invece riguarda l’interruzione della vita di un paziente provocata da un intervento da parte del medico.

< Articolo Precedente
Articoli Successivo >

Lascio un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *