CARICAMENTO

Digita per cercare

Assistenza e previdenza

Quattordicesima e pensioni

Condividi

Inps-nuovi-contributi-prestazioni-e-agevolazioni-2016-640x342

Scopriamo tutto sulla quattordicesima mensilità per i pensionati. Ci sono infatti delle novità per quanto riguarda pensioni e quattordicesima: nel 2017 una fetta di pensionati potrà ricevere un assegno integrativo dall’Inps che sarà erogato a luglio 2017. Ma a chi spetta la quattordicesima Inps e quando si prende? E soprattutto cosa troverà in cassa chi già la percepiva? Approfondiamo di seguito questo punto della riforma delle pensioni, ricordando che sono circa 3,4 milioni i pensionati interessati dalla misura (2,125 milioni i pensionati con redditi individuali fino a 1,5 volte il trattamento minimo e 1,25 milioni i pensionati con redditi tra 1,5 e due volte il minimo). E’ sancito dall’art.1 c.187 della Legge di Bilancio 2017, sia il bonus di aumento della quattordicesima Inps che l’aumento della platea dei lavoratori in pensione che possono beneficiare del 14esimo assegno, che sarà introdotto nel mese di luglio. L’importo della quattordicesima ai pensionati che già lo percepivano sarà aumentato (per chi ha oltre 25 anni di contributi e 28 per i lavoratori autonomi) a 655 euro. Mentre per i ‘nuovi pensionati’ potrà variare fra i 336€ e i 504€ e sarà assegnato a tutti i pensionati (dai 64 anni in su). Va ricordato che sono esclusi dal bonus quattordicesima i pensionati Inpgi e i titolari di Naspi, coloro che percepiscono sussidi di disoccupazione, trattamenti assistenziali come indennità di accompagnamento, assegno sociale, pensione sociale o pensione di guerra. Il bonus della quattordicesima nella pensione, corrisposto una volta l’anno e dipendente dai contributi versati dal lavoratore, spetta ai pensionati con più di 64 anni che percepiscono una pensione fra l’1,5 e le 2 volte la minima prevista dal fondo pensione lavoratori (anche se hanno versato contributi nella gestione separata o speciale), che quindi hanno un reddito complessivo individuale annuale che arriva fino a 13.049,14 euro. Non conta quindi il reddito coniugale né i beni che non danno reddito. I pensionati con redditi fino a 9.786,86 euro annui (fino a 1,5 volte il minimo) vedranno aumentare l’importo che sarà pari a 437 euro se si hanno fino a 15 anni di contributi, a 546 euro se si hanno da 15 a 25 anni di contributi e a 655 euro se si hanno oltre 25 anni di contributi (gli anni diventano 18 e 28 se si tratta di lavoratori autonomi). I pensionati che hanno un reddito tra una volta e mezzo e due volte il trattamento minimo (13.049,14 euro) riceveranno una somma variabile tra 336 euro fino a 15 anni di contributi, 420 euro per i pensionati che hanno tra i 15 e i 25 anni di contributi, e 504 euro con più di 25 anni di contributi (gli anni di contributi diventano 18 e 28 se si tratta di lavoratori autonomi). Chi non avrà diritto alla quattordicesima mensilità di pensione? I titolari di pensioni di invalidità civile, pensioni o assegni sociali, pensioni di guerra e rendite Inail, pensioni liquidate da fondi diversi, come detto sopra. Quando si prende la quattordicesima in pensione? Quando arriva la quattordicesima o, per essere più precisi, quando viene pagata la quattordicesima? La quattordicesima mensilità verrà pagata nell’assegno delle pensioni erogate il giorno uno luglio 2017, salvo diverse disposizioni diffuse dall’INPS.

< Articolo Precedente

Lascio un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *