CARICAMENTO

Digita per cercare

Assistenza e previdenza

Calcolo assegni familiari

Condividi

imageCon la circolare n. 87 del 18 maggio scorso l’Inps ha pubblicato la tabella relativa agli assegni familiari, con importi, limite di reddito e modalità di calcolo degli ANF. Gli importi sono rimasti invariati rispetto al 2016. Ecco una breve Guida su come si calcola l’importo dell’assegno familiare, quali sono i requisiti per ottenerlo e come presentare la domanda. L’Inps determina l’importo degli assegni familiari prendendo in considerazione 3 fattori: reddito del nucleo familiare, numero dei componenti della famiglia anagrafica, fasce di reddito contenute nella tabella Inps relative al periodo tra il 1° luglio 2017 e il 31 giugno 2018. Le tabelle Inps per il calcolo dell’assegno familiare si suddividono sulle base del nucleo familiare: nucleo familiare senza figli; nucleo familiare con figli; nucleo familiare senza figli minori. Gli assegni familiari sono un contributo che viene corrisposto ai lavoratori dipendenti e ai pensionati che hanno una famiglia numerosa ma un reddito complessivo molto basso. possono beneficiarne anche: i percettori di indennità di disoccupazione; i lavoratori che si trovano in regime di Cassa integrazione o mobilità; i lavoratori assenti per malattia o maternità; i lavoratori in aspettativa per cariche pubbliche elettive e sindacali; i lavoratori dell’industria o marittimi in congedo matrimoniale; i soci di cooperative; i lavoratori con contratto part-time; i pensionati ex lavoratori dipendenti. Chi vuole beneficiare del contributo deve presentare richiesta al proprio datore di lavoro, che anticiperà il contributo Inps, con l’apposito modello ANF/DIP (SR 16) Per i lavoratori per i quali è previsto il pagamento diretto da parte dell’Istituto la domanda di assegni familiari 2017 dovrà essere inviata direttamente all’Inps in modalità telematica. I richiedenti devono presentare domanda ogni anno e comunicare eventuali variazioni nella composizione del nucleo familiare entro 30 giorni dall’evento.

< Articolo Precedente
Articoli Successivo >

Lascio un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *