CARICAMENTO

Digita per cercare

Notizie

Se hai pagato più del dovuto ecco come ottenere il rimborso dall’Agenzia delle Entrate

Condividi

Se hai pagato più del dovuto all’Agenzia delle Entrate cosa puoi fare per ottenere il rimborso?

Nel caso in cui tu abbia versato somme in eccesso superiori a 50 euro, l’Agenzia delle entrate-Riscossione ti notifica una comunicazione di rimborso.

A questo punto avrai a disposizione 3 mesi per recarti allo sportello indicato e scegliere se ritirare le somme oppure chiedere che il rimborso sia fatto con bonifico.

Scaduti i 3 mesi, l’Agenzia è obbligata a restituire il rimborso all’ente che lo ha autorizzato.

Avrai sempre diritto a ricevere il rimborso, ma da quel momento in poi dovrai chiederlo direttamente all’ente creditore.

Se hai pagato un tributo che poi è stato annullato: rimborso da eccedenza da sgravio.

Questo caso si verifica quando hai pagato un tributo e poi è annullato totalmente o parzialmente da parte dell’ente creditore. Generalmente l’Agenzia delle entrate-Riscossione ti invita a ritirare il rimborso allo sportello o a comunicare le tue coordinate bancarie per riceverlo tramite bonifico.

Modalità di pagamento attraverso conto corrente

Se l’utente ha fornito all’Agenzia delle Entrate le coordinate del suo conto corrente bancario o postale, il rimborso, qualunque sia l’importo, viene accreditato su quel conto.

Fai attenzione, è necessario che il beneficiario del rimborso coincida con l’intestatario (o uno degli intestatari, in caso di conto corrente cointestato) del conto corrente. In caso contrario, il rimborso non viene accreditato.

La comunicazione delle coordinate bancarie o postali presso cui si desidera l’accredito dei rimborsi può essere effettuata in ogni momento presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate o attraverso l’applicazione disponibile sul suo sito internet.