CARICAMENTO

Digita per cercare

Assistenza e previdenza

Indennità di malattia per i lavoratori del trasporto pubblico: entro il 31 marzo per beneficiare del rimborso

Condividi

Indennità di malattia per i lavoratori del trasporto pubblico: entro il 31 marzo per beneficiare del rimborso

La Direzione Generale per le Politiche previdenziali ed assicurative comunica che entro il 31 marzo 2019, a pena di decadenza, dovrà essere trasmessa la documentazione per beneficiare del rimborso dell’indennità di malattia per le aziende del trasporto pubblico locale, anno di competenza 2018.

I modelli da inviare per beneficiare del rimborso dovranno essere trasmessi, a firma del rappresentante legale, mediante PEC, al seguente indirizzo: dgprevidenza.div6@pec.lavoro.gov.it

Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà e Dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria e Artigianato

La documentazione dovrà essere compilata in ogni sua parte in modo chiaro e leggibile; ciascun allegato dovrà essere sottoscritto dal legale rappresentante con firma apposta per esteso e leggibile; ai sensi dell’art. 40 del DPR 445/2000, i certificati e gli atti di notorietà, da produrre nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, sono sostituiti dalle dichiarazioni, di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. sopra citato, corredate da copia fotostatica del documento di identità del sottoscrittore, in corso di validità ai sensi dell’art. 38 dello stesso decreto. Non verrà, pertanto, acquisito il certificato rilasciato dalla Camera di Commercio Industria e Artigianato; il termine del 31 marzo 2019 dovrà essere osservato a pena di decadenza.

Tabella oneri

Inserire solamente il numero dei dipendenti addetti specificamente al trasporto pubblico locale nell’anno di riferimento;  inserire, nella casella “oneri sociali sul totale C”, negli appositi spazi, le percentuali di calcolo degli importi INPS ed INAIL; verificare i totali indicati nelle caselle A, C, D; l’importo in lettere dell’onere complessivo C+D deve corrispondere all’importo scritto in cifre; compilare il file formato PDF editabile avendo cura di verificare la correttezza dei totali ottenuti seguendo le indicazioni di calcolo ivi riportate.