CARICAMENTO

Digita per cercare

Assistenza e previdenza

Assegni familiari, l’Inps cambia la procedura: domande da rifare via telematica

Condividi
inps assegno

Assegni familiari, l’Inps cambia la procedura: domande da rifare via telematica

Novità per chi deve presentare la domanda per l’assegno al nucleo familiare. Gli utenti non potranno farlo in modo cartaceo ma  dovranno munirsi di credenziali dell’istituto con Pin dispositivo (o di Spid) e accedere alla procedura sul sito, oppure in alternativa rivolgersi a un patronato.

La decisione, annunciata dall’Inps con una circolare coinvolgerà nelle prossime settimane tutti i circa 2,8 milioni di dipendenti.

Le domande per la prestazione familiare, sinora presentate dai lavoratori interessati ai propri datori di lavoro utilizzando il modello “ANF/DIP” (cod. SR16), devono essere presentate direttamente all’INPS, esclusivamente in modalità telematica.

Fanno eccezione le domande di prestazione familiare da parte degli operai agricoli a tempo indeterminato (OTI), che continueranno ad utilizzare la modalità di presentazione della domanda cartacea al proprio datore di lavoro con il modello ANF/DIP (cod. SR16, disponibile sul sito dell’Istituto).

Sono tre le motivazioni che hanno spinto l’Inps a questo importante cambiamento: le prime due sono a tutela del lavoratore, mentre la terza nasce dai casi di abuso o uso scorretto dello strumento.

L’Anf infatti, come ricorda l’istituto nella sua circolare, è una prestazione che spetta per legge al dipendente anche se erogata insieme allo stipendio dal datore di lavoro, indipendentemente quindi da eventuali errori o omissioni di quest’ultimo. L’Inps, attraverso le domande ricevute telematicamente avrà la possibilità di controllarne in modo più facile la veridicità, attraverso l’incrocio con i dati già in proprio possesso ed anche con quelli di Comuni e Agenzia delle Entrate.