CARICAMENTO

Digita per cercare

Assistenza e previdenza

Disfagia, cos’è e come ottenere i benefici economici

Condividi

Disfagia, cos’è e come ottenere i benefici economici

Chi soffre di disfagia ha difficoltà nel mangiare. Si tratta di una disfunzione dell’apparato digerente caratterizzato dalla difficoltà a deglutire alimenti liquidi e/o solidi, associata spesso alla sensazione che il boccone fatichi a raggiungere lo stomaco. Secondo l’Agency for Health Care Policy and Research, sono da 300 a 600 mila i nuovi casi di disfagia, la difficoltà a deglutire, che insorge a seguito di malattie neurologiche quali Parkinson, SLA, sclerosi multipla.

La disfagia è un disturbo che rientra nell’elenco di tutte quelle difficoltà e patologie varie che concorrono alla richiesta di riconoscimento dell’invalidità civile. Non basta solo questa malattia invalidante per essere riconosciuti invalidi civili. Se è totalmente non autosufficiente la persona si può richiedere anche l’indennità di accompagnamento.
Ricordiamo che il riconoscimento dell’invalidità civile prende avvio con l’inoltro all’INPS del certificato medico introduttivo da parte del medico di base. Successivamente il cittadino, utilizzando il codice del certificato medico, inoltra la domanda di accertamento sanitario all’Istituto, al fine di verificare, sulla base delle minorazioni di cui il richiedente è affetto, il grado di invalidità civile, la cecità civile, la sordità, la disabilità e l’handicap.

Successivamente, in caso di riconoscimento di un grado di invalidità compreso tra il 74% e il 100%, o della sordità o cecità, per ottenere le prestazioni economiche l’INPS procede alla verifica dei dati socio-economici e reddituali trasmessi telematicamente dal cittadino.