CARICAMENTO

Digita per cercare

Professionisti e tributi

Sospensione cartella esattoriale: come fare la domanda

Condividi
soldi

Posso chiedere la sospensione della procedura di riscossione della richiesta di pagamento all’Agenzia delle Entrate? Si puoi farlo!

Puoi chiedere la sospensione della riscossione degli importi indicati in una cartella se le somme richieste dall’ente creditore sono state interessate da:

– pagamento effettuato prima della formazione del ruolo;

– provvedimento di sgravio emesso dall’ente creditore;

– prescrizione o decadenza intervenute prima della data in cui il ruolo è stato reso esecutivo;

– sospensione amministrativa (dell’ente creditore) o giudiziale;

– sentenza che abbia annullato in tutto o in parte la pretesa dell’ente creditore, emessa in un giudizio al quale l’Agenzia delle entrate-Riscossione (fino al 30 giugno 2017 Equitalia) non ha preso parte.

Non rientrano tra gli atti che possono essere oggetto di sospensione quelli non notificati dall’Agente della riscossione (per esempio avviso di accertamento dell’Agenzia delle entrate o avviso di addebito dell’INPS) per i quali ci si deve rivolgere direttamente ai rispettivi enti creditori, ovvero i solleciti di pagamento inviati dall’Agente della riscossione mediante posta ordinaria.

Come presentare la domanda?

Puoi farlo direttamente sul portale dell’Agenzia dell’Entrate con il servizio “Sospensione”. Se non hai le credenziali di accesso, ti basta compilare il modulo che trovi allo sportello o sul sito e spiegare i motivi per cui non devi pagare.

Puoi inviare la richiesta tramite raccomandata con ricevuta di ritorno ai recapiti che trovi indicati nella cartella, trasmetterla via e-mail agli indirizzi indicati nel modulo o presentare la domanda presso uno dei sportelli dell’Agenzia delle Entrate.

Alla richiesta dovrai allegare un documento di riconoscimento e tutta la documentazione in tuo possesso, ad esempio la ricevuta che attesta il pagamento già avvenuto, il provvedimento di sgravio o la sentenza a te favorevole.

Ricevuta l’istanza, l’Agenzia si fa carico di trasmetterla all’ente e, in attesa della risposta, sospende le procedure di riscossione.