CARICAMENTO

Digita per cercare

Uncategorized

Concorsi. Entrare nelle forze armate: pubblicati i bandi per 397 posti

Condividi
concorsi

Nuovi concorsi per chi vuole intraprendere la carriera militare. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 102 del 27 dicembre 2019 sono stati pubblicati i concorsi, per esami, per l’ammissione di allievi ufficiali alla prima classe dei corsi normali delle accademie militare, navale e aeronautica per l’anno accademico 2020-2021.

Le domande di ammissione dovranno essere presentate entro il 31 gennaio 2020 ed i posti a disposizione sono complessivamente 397:

– Esercito Italiano: concorso, per esami, per l’ammissione di Allievi al primo anno del 202° corso dell’Accademia Militare di Modena – totale posti a concorso n.140

– Marina Militare: concorso, per esami, per l’ammissione di Allievi alla prima classe dei corsi normali dell’Accademia Navale di Livorno – totale posti a concorso n.114

– Aeronautica Militare: concorso, per esami, per l’ammissione di Allievi alla prima classe dei corsi regolari dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli  – totale posti a concorso n.83

– Carabinieri: concorso, per esami, per l’ammissione di Allievi al primo anno del 202° corso dell’Accademia Militare per la formazione di base degli Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri – totale posti a concorso n.60

Per poter accedere al bando pubblicato dal Ministero della Difesa ci sono una serie di requisiti da rispettare:

– cittadinanza italiana;

– aver compiuto il 17° anno di età e non superare il compimento del 22° anno di età al 31 gennaio

– 2019, eccetto gli innalzamenti di età previsti per i casi specifici riportati nel bando;

– aver conseguito o essere in grado di conseguire per l’A.S. 2019 2020 un diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale o quadriennale integrato dal corso annuale;

– idoneità psico fisica e d attitudinale;

– godimento dei diritti civili e politici;

– assenza di condanne per delitti non colposi e di imputazioni in procedimenti penali per delitti non colposi, e non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;

– essere incensurati;

– non aver tenuto, nei confronti delle Istituzioni democratiche, comportamenti che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;

– per i minorenni, avere il consenso dei genitori o del genitore esercente la potestà o del tutore a contrarre l’arruolamento volontario;

– aver riportato esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool, per l’uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti, nonché per l’utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico.

La domanda va presentata entro e non oltre il giorno 31 gennaio 2020. Per maggiori informazioni andare su difesa.it