CARICAMENTO

Digita per cercare

Assistenza e previdenza

Certificazione veloce per minori e pazienti oncologici: accordo Inps e Gemelli

Condividi
pratiche veloci inps

Un protocollo sperimentale tra Inps e Policlinico Agostino Gemelli di Roma finalizzato alla semplificazione delle pratiche per il riconoscimento di prestazioni assistenziali di invalidità alle quali hanno diritto i minori e soggetti con patologie oncologiche.

La Convenzione, che riguarda le domande per le prestazioni INPS in materia assistenziale, si pone l’obiettivo di assicurare anche alle fasce più deboli i relativi servizi presso l’ospedale con l’auspicio che tale modello di collaborazione possa essere esteso anche ad altre istituzioni.

Martedì 11 febbraio si è tenuta a Roma la conferenza stampa sulla firma della Convenzione riferita alle domande di prestazioni INPS in materia socio-assistenziale tese ad assicurare anche alle fasce più deboli di utenti i relativi servizi presso il Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, con l’auspicio che tale modello di collaborazione possa essere esteso ad altre Istituzioni.

All’incontro per la firma della convenzione sono intervenuti Pasquale Tridico, Presidente INPS, Giovanni Raimondi, Presidente Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, Gabriella Di Michele, Direttore generale INPS, Marco Elefanti, Direttore generale Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS. E’ intervenuto all’evento il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Stanislao Di Piazza.

L’obiettivo del protocollo d’intesa come riporta il portale dell’ospedale Gemelli è quello di agevolare i pazienti con patologie neoplastiche e i genitori di bambini disabili nell’iter sanitario per il riconoscimento delle prestazioni assistenziali di invalidità e di handicap alle quali hanno diritto.

In particolare, l’accordo consente ai medici del Policlinico Gemelli che hanno in cura pazienti oncologici e minori di rilasciare loro il “certificato specialistico oncologico introduttivo” e il “certificato specialistico pediatrico introduttivo” (con cui si attestano quali sono le infermità invalidanti del cittadino che vuole presentare domanda di invalidità civile) dialogando direttamente con l’INPS. Saranno così gli stessi medici del Gemelli, specialista in oncologia e pediatra, ad avviare le pratiche di invalidità evitando al malato, adulto e pediatrico, eventuali ulteriori esami e accertamenti.