CARICAMENTO

Digita per cercare

Notizie

Giudici di pace: nuovo stop dal 24 febbraio

Condividi

Nuovo sciopero per i giudici di pace: dal 24 febbraio al 21 marzo 2020. A proclamare l’astensione parziale dalle udienze sarà garantita un’udienza a settimana per servizi essenziali.

Nella comunicazione di proclamazione di astensione parziale delle udienze (leggi qui il documento completo) le sottoscritte Associazioni UNAGIPA e ANGDP,  riportano quanto segue: “avendo vanamente esperito la procedura di raffreddamento prevista dall’articolo 7 del Codice di autoregolamentazione per l’esercizio dello sciopero e delle astensioni dalle attività giudiziarie dei giudici di pace come da lettera del 6 febbraio 2020 , e malgrado il recente sciopero della categoria svoltosi dal 6 gennaio 2020 al 1 febbraio 2020 ed i numerosi scioperi precedenti tra i quali quello dal 25 al 29 novembre 2019 in concomitanza con l’udienza tenutasi in Corte di Giustizia il 28.11.2019 nella causa C-658/18 UX (Statut des judes de paix italiens); prendendo atto del comportamento reiteratamente lesivo ed omissivo del Ministro della Giustizia, comunicano, richiamando il contenuto delle precedenti proclamazioni, che i giudici onorari di pace addetti agli uffici dei giudici di pace, ai sensi dell’art. 5 del codice di autoregolamentazione, si asterranno parzialmente dalle udienze e dagli altri servizi di istituto dal 24 febbraio al 21 marzo 2020 . Saranno garantiti i servizi essenziali secondo le modalità e nei limiti previsti dal codice di autoregolamentazione”.

Lo stop delle udienze mira ad ottenere maggiori garanzie di indipendenza, il diritto alla previdenza e all’assistenza sociale, la revisione delle regole sul trasferimento, sull’incompatibilità e sull’attribuzione del consenso.