CARICAMENTO

Digita per cercare

Professionisti e tributi

Cassa Forense. Convenzione con BrokerItaly per nuova copertura assicurativa COVID-19 in favore degli iscritti

Condividi
avvocati

Buone notizie per gli avvocati: Cassa Forense ha sottoscritto una convenzione con BrokerItaly per una nuova copertura assicurativa COVID-19 in favore degli iscritti alla Cassa e dei loro familiari, che prevede un pacchetto di servizi e garanzie senza franchigia relative all’emergenza epidemiologica in corso.

Quali sono i vantaggi per gli iscritti? La copertura assicurativa opera in favore degli iscritti alla Cassa e dei loro familiari al costo di € 8,00 pro capite, con un limite di età di 70 anni. Garanzie previste: indennità da ricovero e diaria da convalescenza.

La copertura prevede le seguenti garanzie, senza franchigia:  Indennità di ricovero: € 1.000,00 per un ricovero causato da COVID-19 di almeno 7 giorni; Diaria da convalescenza: € 50,00 attivabile dopo un periodo di degenza di almeno 7 giorni per un massimo di 20 giorni, che prevede:

– Info sanitarie sul Covid-19
– Valutazione  rischio  Covid-19: prestazioni  valide  per  ricovero  di  almeno  7 giorni  erogabili  solo  2  volte  per  ricovero  salvo indicazioni diverse per la singola prestazione Assistenza post ricovero da Covid-19
– Consulto medico per assicurato e suo nucleo familiare
– Consulenza psicologica post ricovero per l’assicurato e per suo nucleo familiare
– Caring telefonico per il convalescente, massimale 1 volta al giorno per il periodo di convalescenza durata massima 20 giorni
– Consegna farmaci a domicilio massimo 2 consegne per il periodo di convalescenza
– Consegna spesa a domicilio (o rimborso fino a massimale di € 50,00) massimo 2 consegne per il periodo di convalescenza
– Assistenza ai familiari durante il periodo di convalescenza
– Consulenza specialistica – Pediatra – Geriatra per i familiari (minori/genitori)
– Caring telefonico per i genitori anziani, massimale 1 volta al giorno per il periodo di convalescenza durata massima 20 giorni

Rimangono   escluse   dalla   copertura   le   seguenti   categorie   di  dipendenti:  medici, personale  infermieristico,  professioni  sanitarie,  forze  dell’ordine  in  generale,  vigili  del fuoco e protezione civile.