CARICAMENTO

Digita per cercare

Notizie

Ecobonus, al via i nuovi contributi per moto e scooter elettrici o ibridi

Condividi
scooter elettrici

Con la conversione in legge del Decreto Rilancio sono diventate operative le nuove misure che ridefiniscono i contributi dell’ecobonus per l’acquisto di moto e scooter elettrici o ibridi.

Per veicoli nuovi di categoria L a due, tre o quattro ruote, ibridi o elettrici ( L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e.) è stato, infatti, introdotto sia il contributo al 30% del prezzo d’acquisto senza ricorrere alla rottamazione, sia aumentato al 40% il contributo già previsto con la rottamazione.

In particolare, le percentuali dell’ecobonus sono così ridefinite:

  • 30% del prezzo d’acquisto fino a massimo 3.000 euro senza rottamazione;
  • 40% del prezzo d’acquisto fino a massimo 4.000 euro con rottamazione.

A partire da oggi sarà quindi possibile prenotare, sulla piattaforma online ecobonus.mise.gov.it, il contributo per l’acquisto con la rottamazione, mentre a giorni potrà essere prenotato il contributo senza rottamazione.

Prossimamente diventeranno operative anche tutte le altre novità sull’ecobonus introdotte dal Decreto Rilancio.

Non ammessi al contributo i veicoli M1 con emissioni superiori a 60 CO2 g/km

Dal 1°marzo 2020, così come definito dalla Legge di Conversione del Decreto Milleproroghe (LEGGE 28 febbraio 2020, n. 8), i veicoli M1 con emissioni superiori a 60 CO2 g/km non sono ammessi al contributo Ecobonus di cui al D.M. 20 marzo 2020.

Le fasce di emissioni, fermi restando i contributi concedibili, sono quindi le seguenti:

  • 0 – 20 CO2 g/km;
  • 21 – 60 CO2 g/km.