CARICAMENTO

Digita per cercare

Concorsi

Concorso pubblico, 165 posti nei ruoli del personale dell’INPS profilo informatico

Condividi
concorso scuola

È indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, a 165 (centosessantacinque) posti nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1, profilo informatico, su tutto il territorio nazionale, dopo un primo anno di permanenza presso la Direzione centrale Tecnologia, Informatica e Innovazione della Direzione Generale.

Requisiti per l’ammissione

Alla procedura selettiva di cui al presente bando possono partecipare coloro che, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, sono in possesso dei requisiti sotto indicati:
a) laurea triennale (L) in:
 ingegneria dell’informazione (L8);
 scienze e tecnologie fisiche (L30);
 scienze e tecnologie informatiche (L31);
 scienze matematiche (L35);
 statistica (L41)
o equiparate, ovvero uno dei titoli di cui all’art. 9, comma 1, lettera a); per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza del titolo di studio posseduto al titolo di studio richiesto dal presente avviso di selezione, così come previsto dall’art. 38 del D.lgs. 30.03.2001, n.165;
b) cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero appartenenza a una delle tipologie previste dall’art.38 decreto legislativo 165/2001;
c) non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione e di non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego pubblico, né di essere stato interdetto dai pubblici uffici ai sensi della vigente normativa in materia;
d) non aver riportato condanne penali, ancorché non passate in giudicato, che impediscano la costituzione o la prosecuzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione;
e) posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari laddove previsti per legge;
f) godimento dei diritti politici e civili;
g) idoneità fisica all’impiego.

Presentazione delle domande – Termine e modalità

Il candidato deve produrre domanda di partecipazione al concorso esclusivamente in via telematica, mediante l’utilizzo di PIN INPS oppure SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure CNS (Carta Nazionale dei Servizi) oppure CIE (carta identità elettronica), compilando l’apposito modulo ed utilizzando la specifica applicazione disponibile all’indirizzo internet www.inps.it.

L’invio on line della domanda debitamente compilata deve essere effettuato entro il termine perentorio delle ore 16.00 del trentunesimo giorno decorrente dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando di concorso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – IV serie speciale “Concorsi ed esami”. In caso di coincidenza con un giorno festivo, il termine di scadenza si intende espressamente prorogato al giorno successivo non festivo.

Dopo l’invio, il candidato deve stampare la domanda protocollata, firmarla e consegnarla nel luogo e nel giorno stabilito per lo svolgimento della prima prova scritta, o dell’eventuale prova preselettiva, pena l’esclusione dal concorso.

La data di presentazione on line della domanda di partecipazione al concorso e la compilazione, a pena di inammissibilità, dei campi obbligatori della predetta domanda sono certificate dal sistema informatico che, allo scadere del termine utile per la presentazione, non permette più l’invio del modulo elettronico. Per effettuare variazioni è possibile inviare una nuova domanda, che annulla e sostituisce la precedente. L’invio deve comunque avvenire entro il termine perentorio già indicato
nel comma 2 del presente articolo.

Non sono ammesse altre forme di produzione o di invio delle domande di partecipazione al concorso. Nella domanda di partecipazione al concorso il candidato deve dichiarare, sotto la propria responsabilità e consapevole delle conseguenze derivanti da dichiarazioni mendaci ai sensi dell’art.76 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n.445 e successive modifiche ed integrazioni, quanto segue:
a) il cognome, il nome e il codice fiscale;
b) la data e il luogo di nascita;
c) lo stato civile;
d) la residenza;
e) il recapito PEC presso il quale intende ricevere ogni comunicazione inerente al concorso (obbligatorio);
f) di essere in possesso della cittadinanza italiana ovvero di uno degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero di appartenere a una delle tipologie previste dall’art.38 decreto legislativo 165/2001;
g) di godere dei diritti civili e politici;
h) il comune nelle cui liste elettorali è iscritto ovvero i motivi della non iscrizione
o della cancellazione dalle liste medesime;
i) di essere in possesso del titolo di studio previsto dall’art.2 del presente bando, specificando la tipologia e indicando presso quale Università o Istituto è stato conseguito e la data di conseguimento;
j) di essere eventualmente in possesso dei titoli di cui al successivo articolo 9, specificando la tipologia, la denominazione e indicando presso quale Università od Istituto è stato conseguito, con il relativo indirizzo, e la data di conseguimento. La mancata dichiarazione nella domanda comporta la mancata valutazione del titolo;
k) di non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione e di non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego pubblico, né di essere stato interdetto dai pubblici uffici ai sensi della vigente normativa in materia;
l) di non aver riportato condanne penali ovvero di aver riportato condanne penali, ancorché non passate in giudicato, anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto o perdono giudiziale, applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art.444 c.p.p., specificandone la tipologia, o di avere procedimenti penali pendenti, specificandone la tipologia;
m) la posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari laddove previsti per legge;
n) nella fattispecie di cui all’art. 20 della legge 104/1992, gli ausili eventualmente
necessari per l’espletamento delle prove;
o) il possesso di eventuale diritto a riserva di posti con indicazione della legge che prevede tale diritto, nonché il possesso di eventuali titoli che, come previsto  4 dall’art.5 del Decreto del Presidente della Repubblica n.487/1994, danno diritto alla riserva ovvero a parità di merito, danno diritto alla preferenza all’assunzione. La mancata dichiarazione nella domanda esclude il candidato dal beneficio;
p) il consenso al trattamento dei dati personali per le finalità e con le modalità di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196 e al Regolamento UE n.2016/679 e successivi provvedimenti attuativi;
q) di essere in possesso di tutti i requisiti previsti per l’ammissione alla procedura concorsuale, di essere a conoscenza di tutte le disposizioni contenute nel bando di concorso e di accettarle senza riserva alcuna.

Prove selettiveLa procedura di concorso prevede due prove scritte e una prova orale.  5 La sede, il giorno e l’ora di svolgimento delle prove scritte, ovvero dell’eventuale preselezione di cui al successivo articolo 6, sono pubblicati con valore di notifica a tutti gli effetti, sul sito internet dell’INPS, all’indirizzo www.inps.it nella sezione “Avvisi, bandi e fatturazione” sotto sezione ”Concorsi” e nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – IV serie speciale “Concorsi ed esami” del 10 novembre 2020, almeno 15 giorni prima della data di inizio. Il candidato che non si presenta nel giorno, luogo ed ora stabiliti o si ritiri dalle prove, qualunque ne sia la causa, è escluso dal concorso.

Preselezione
Nell’eventualità in cui pervenga un numero di domande di partecipazione superiore a 2500, al fine di assicurare l’efficacia e la celerità della procedura selettiva, l’INPS effettuerà una preselezione dei candidati, consistente in quesiti a risposta multipla, di carattere psicoattitudinale, logica, lingua inglese, competenze informatiche, cultura generale.
La prova preselettiva, il cui espletamento potrà essere affidato a qualificati enti pubblici o privati, sarà realizzata con l’ausilio di sistemi informatici. I criteri di svolgimento di tale prova, preventivamente stabiliti dalla commissione esaminatrice, sono resi noti ai candidati prima dell’inizio della prova stessa. Alle prove scritte sono ammessi a partecipare i concorrenti che avranno ottenuto il punteggio maggiore, in numero multiplo pari a 10 volte i posti messi a concorso, nonché i candidati classificatisi ex aequo all’ultimo posto utile per l’ammissione,  nonché i candidati esentati dalla preselezione ai sensi dell’articolo 20, comma 2-bis, della legge 5 febbraio 1992, n.104.

Il punteggio conseguito nella preselezione non concorre alla formazione della graduatoria di merito del concorso.
L’elenco dei candidati ammessi a partecipare alle prove scritte è pubblicato con valore di notifica a tutti gli effetti sul sito internet dell’INPS all’indirizzo www.inps.it. Per il bando completo cliccare qui